Editoria

La Regione Umbria ha da sempre riservato particolare attenzione al settore, fin da quando all’interno della legge regionale n. 37 del 1990 Norme in materia di biblioteche, archivi storici, centri di documentazione, mediateche di Enti locali e di interesse locale, oltre a venire ricompreso, tra gli altri, il compito di curare “direttamente o in collaborazione con altri soggetti l’organizzazione di iniziative editoriali” e di “promuovere lo sviluppo dell’editoria regionale”, si dedicava un capitolo di spesa del Bilancio Regionale “ …per la realizzazione di progetti di editoria e di edizioni dei cataloghi ed inventari prodotti direttamente dalla Regione”. 

La Regione ha svolto e continua a svolgere direttamente, anche in coedizione con case editrici regionali e nazionali, una propria attività editoriale con la pubblicazione di opere monografiche, in particolare dedicate alle materie di competenza e di interesse regionale, che intendono valorizzare tutti gli ambiti e i valori della realtà  umbra contemporanea, nonché di prodotti  editoriali più specialistici, con volumi – come le due guide stampate nel 2008, una dei musei e l’altra dei parchi dell’Umbria, integrate in una stessa linea d’immagine, e con collane editoriali - come quella dei cataloghi scientifici dei musei umbri che conta ormai 83  titoli - di grande rilevanza artistica e culturale. Si tratta di pubblicazioni soprattutto finalizzate alla promozione e alla valorizzazione dei beni culturali e naturali dell’Umbria e del suo patrimonio storico e ambientale.

Per saperne di più...